Condividi
 
 

GUIDA, GINO
 
ARTISTA OPERE MOSTRE IN ASTA
 

Gino Guida,Napoli, 1932 – Zagarolo, 17 dicembre 2017 è stato un pittore e incisore italiano. Si trasferì con la famiglia a Roma nella prima infanzia; qui compie gli studi classici e si diploma al Liceo Artistico; lasciata la Facoltà di architettura per dedicarsi al fumetto esordendo nel 1954 realizzando insieme a Enzo Carretti la serie Il corsaro rosso pubblicata sulla rivista Scugnizzo dalla Casa Editrice Centrale e la serie Roger Falco per la testata Eroi del West della Editrice Romana Periodici. Durante gli anni cinquanta entra anche nel campo dell‘animazione e della scenografia cinematografica fino al 1957, quando decise di dedicarsi interamente alla pittura, ottenendo un certo successo soprattutto negli anni settanta.[1] Nel 1960 con Marcello Confetti, Paolo Ganna, Piero Guccione, Carlo Quattrucci, Pino Reggiani, Aldo Turchiaro e Pasquale Verrusio forma il gruppo figurativo romano "Libertà-Realtà" in reazione all‘"informale" imperante; la prima ed unica mostra del gruppo si terrà nel gennaio del 1961 alla Galleria "Stagni" di Roma. Il critico del gruppo è stato Antonio Del Guercio. Nell‘estate del 1961 Guida ha un grave incidente alla mano e per più di un anno non dipinge. Alla fine del 1963, dopo la guarigione, va a vivere a Testaccio, nello stesso stabile dove sono anche Giovanni Checchi e Carlo Quattrucci, ai quali lo lega, se non un sodalizio artistico, una profonda amicizia. Del 1965 è la prima personale alla Galleria "Il Girasole", di cui è tra i fondatori insieme ad Amadio, Checchi, Ciai, Capotondi, Eustachio, Gaetaniello, Guiotto, Patella, Provino, Sarnari, Vaiano e al critico Giorgio Di Genova. Sono opere ancora più impregnate di luce: una luce bianca, accesa, onnivora, diverse da quelle precedenti, più materiche ed espressioniste. Presentandolo in catalogo, Vespignani, a cui lo legherà una duratura amicizia, rilevava la sua principale originalità nella luce astratta, metafisica, intrecciata di stupore, mistero, atemporalità. Ha tenuto oltre 60 personali e ha partecipato alle principali manifestazioni artistiche in Italia e all‘estero. Mostre Alluvione in Piemonte - 1994 1967: XVIII Salon de Jeune Peinture di Parigi 1968: espone al "Fant Cagnì" di Brescia opere tra surrealismo e metafisica 1973: XXVIII Biennale d‘Arte Città di Milano, Milano 1975: "Fante di Spade", Roma 1980: polittico La storia dell‘allegria, Galleria "Il Ponte", Firenze 1981: inizia il ciclo delle sue silenti periferie 1987: mostra antologica (oltre cento grandi tele dal 1959 al 1986) organizzata dall‘Ente Premi Roma a Palazzo Barberini, Roma 1989: Antologica di Grafica al "Teatro Mediterraneo", Fiera d‘Oltremare, Napoli 1991: Finzioni, Palazzo Braschi, Roma 1997: Il Girasole trent‘anni dopo, Palazzo Mediceo, Seravezza, Lucca 2000: Roma vista da 100 maestri del XX secolo, Collezione BNL, Chiostro del Bramante, Roma 2003: Incontri coi maestri degli anni 70, Galleria "Enrico Lombardi", Roma 2004: Antologica opere dal 1959 al 2004, Palazzo Rospigliosi, Zagarolo 2008: espone ‘Opere recenti, Museo Fondazione Venanzo Crocetti, Roma Riconoscimenti 1971: Premio Capo d‘Olando (I premio ex aequo) 1973: Premio Suzzara (I premio ex aequo con Angelo Titonel e Giuliano Vangi) con Francesco tra gli scogli di Ponza 1982: Premio Arte e Ferrovia, II edizione Roma (I premio ex aequo) 1992: Premio città di Ispica (I premio ex aequo) Segnalato Speciale Bolaffi 1972-1973 per la grafica Segnalato Speciale Bolaffi 1978 per la pittura.

Copyright© ArtInterni.com 2007 - Tutti i Diritti Riservati

 
ArteModerna.com arta n 19
 
WCIPARTE
 
Asta n 64.
 
 

Questo sito utilizza cookie.
Visitando questo sito web si autorizza l' impiego di cookie. Per informazioni dettagliate sull' impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".
Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su OK si accetta la nostra Policy sui cookie.


OK  -  "Maggiori informazioni"