Condividi
 
 

INDACO ALESSANDRO
 
ARTISTA OPERE MOSTRE IN ASTA
 

Biografia Alessandro Indaco nasce a Taranto il 25 marzo del 1977. Dopo aver conseguito diversi titoli di studio in campo artistico, si dedica all‘arte ed in particolare alla pittura indagandone a fondo le sue sfaccettature. Partecipa a numerose mostre collettive, rassegne e concorsi di pittura. Attualmente impegnato sulla scena nazionale, continua la sua ricerca spaziando dal disegno (suo iniziale interesse) alla pittura, fino alle performance di live painting. Alessandro Indaco La punta della matita lascia un sottile tratto nero che delinea contorni a volte netti a volte vibranti e spezzati; traccia sagome e figure che abitano i limiti fisici del foglio ma che con la loro forza espressiva vanno oltre divenendo solo lo spunto per la creazione di un universo figurale che può vivere solo nella mente del suo creatore e del suo fruitore. Alessandro Indaco parte proprio dal disegno, suo talento innato, e con pochi segni crea immagini che sfiorano la completezza di un dipinto grazie ad una sensibilità e leziosità segnica che guarda a volte alle sinuosità liberty a volte alle raffinate e ricercate decorazioni orientali. Indaga essenzialmente l’universo femminile: le sue donne sono portatrici di una bellezza atemporale, divinità di un mondo passato, eroine contemporanee, icone avvolte nella loro aurea di sacralità e imperturbabilità mista ad una sottile passionalità mai dissimulata. Hanno lo sguardo fiero ed altero, perso nel vuoto di chissà quale pensiero proibito o rapito da un sogno e desiderio forse mai avverato. Sono donne che si specchiano nella loro folgorante bellezza consapevoli del tempo che passa e sfiorisce il corpo ma rese forti dalla loro capacità di seduzione e fascinazione. Le pose si fanno strumento di attrazione, catturano lo sguardo di chi le osserva imbrigliandolo in una rete di richiami e rimandi riportando alla memoria desideri e voglie. Senza mai superare la soglia del pudore, attrazione e repulsione si uniscono creando quello stato d’animo di sospensione, di straniamento in cui l’io non sa se lanciarsi o restare ancorato alla realtà. Stato d’animo rafforzato dalla scelta pittorica del “non finito”. Ogni ritratto diviene pretesto di introspezione. Nel bagliore di queste figure definite ma appena ravvivate da raffinate cromie, Alessandro Indaco crea il suo universo pervaso da quella sottile sensualità in cui ognuno può riconoscersi.

Copyright© ArtInterni.com 2007 - Tutti i Diritti Riservati

 
info@renatonatalechiesa.com
 
Asteindiretta.com
 
asta 24 arte moderna
 
 

Questo sito utilizza cookie.
Visitando questo sito web si autorizza l' impiego di cookie. Per informazioni dettagliate sull' impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".
Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su OK si accetta la nostra Policy sui cookie.


OK  -  "Maggiori informazioni"